BiT: sta terminando il tempo delle mele?

tempo delle mele

Biellese in Transizione: sta terminando il tempo delle mele ? E’ questa la riflessione uscita e proposta durante l’ultimo Open Evening di Mongrando, che ha visto come sempre una partecipazione molto nutrita e attiva. Niente paura per eventuali addii, ma semplicemente una presa di coscienza che il “gruppo madre”, nato poco più di un’anno fa, sta individuando un cambiamento nella propria funzione. Forse una sorta di passaggio dall’adolescenza ad età adulta con presa di responsabilità diversa (pur non dimenticando di mantenere la propria parte “bambina”, creativa).

Significa anche comprendere che lo scopo di incontro del gruppo madre è quello di ispirare, supportare e creare contatti. L’incoraggiamento per coloro che hanno animato l’esperienza cosi bella per tutti questi mesi è di scendere  ora di scala – anche per focalizzare maggiormente le energie, conoscere le possibilità del territorio e delle persone e catalizzare l’azione (“pensare globalmente e agire localmente”).

Questo significa nuovamente attivare le persone a prendersi responsabilita’ del proprio futuro in modo da avere progetti molteplici e diffusi. Quindi chi andrà a facilitare un’ iniziativa di transizione su scala più locale cercherà di creare le condizioni e gli spazi in modo che questi possano avvenire (se pensiamo di poter essere attivi noi di persona in tutte le innumerevoli iniziative necessarie, in breve tempo arriveremmo ad una condizione di “burnout” – tradotto: esaurimento).
In concreto, il consiglio è di costituire un gruppo (che in genere chiamiamo iniziatore o guida) con alcune persone che potrebbero essere ispirate a fare questo e  creare un piccolo programma di avvio e di sensibilizzazione su quello che vediamo succedere come cambiamenti nel mondo e localmente e come diventare collettivamente “respons-abili = abili a dare risposta” per creare un nuovo paradigma. Puo’ tranquillamente essere un mix di attivita’: incontri di presentazione, proiezione film, attivita’ congiunte, ecc. Replicando magari a scala più piccola la modalita’ di cultura di gruppo che aiuta i cambiamenti e le risposte creative. Facendosi aiutare un po anche dalla psicologia, sappiamo che le persone sono più propense a fare azioni se si sentono accolte, ascoltate, non giudicate e se c’e’ entusiasmo e non domina la paura di sbagliare.

Ci sarebbe anche un bellissimo strumento sperimentato da tanti gruppi di transizione: un percorso di auto-formazione, strutturato in 6 incontri, che si basa sul manuale della transizione (una sorta di club di lettura – si leggono alcuni capitoli, ci si incontra a fare delle riflessioni ed attivita’ a riguardo). Ecco qui le  linee guida per facilitare questi incontri. E’ davvero facile, tutti possono farlo …

Quindi il prossimo Open Evening di Biellese in Transizione, per non essere subito troppo drastici, sarà ancora venerdì 4 ottobre (anche qui, incoraggiamo che si attivino 2 persone x l’organizzazione) ma poi gli incontri si diraderanno ogni 2 mesi (6 dicembre, 7 febbraio, 4 aprile, ecc.).

Abbiamo già un gruppo locale che è nato da qualche tempo: Valle Cervo in Transizione. A breve si metterà in moto anche un gruppo che si attiverà su Valle Elvo e un altro su Biella Piazzo e Cossila. Per tutti gli altri, coraggio, buttatevi anche voi con fiducia nel processo !

Altre news emerse dal Open: 

– Un  “torpedone” si sta mettendo in moto per raggiungere l’Umbria per la Transition Fest dal 20 al 22 settembre. Emilie coordina le adesioni – scrivetele a emilielando(at)hotmail.com oppure chiamate il  380 7835786.

– ripartono i progetti “Cohousing” e “Turismo” in modalità Dragon Dreaming, potete contattare rispettivamente Silvio (e Laura come facilitatrice) e Emilie (e Claudio come co-facilitatore).

– c’è sempre più passione per un ipotetico progetto “scuola” e su questo fronte probabilmente a breve ne vedremo delle belle.

Bene, questo è tutto per questa volta. Ricordiamoci sempre che se vogliamo che le cose succedano siamo noi in prima persona a doverci mettere in gioco (evitare quindi delle consuete espressioni in anonima 3a persona come “bisognerebbe fare”, ecc.). Evvvvaiiiiiii !

Annunci
Categorie: Esperienze, Iniziative, Notizie | Tag: , , | 4 commenti

Navigazione articolo

4 pensieri su “BiT: sta terminando il tempo delle mele?

  1. Più che finire il tempo delle mele, penso sia giunto il tempo della raccolta delle mele cioè l’applicazione pratica nelle nostre zone di residenza perciò auspico e mi faccio promotore di Vallelvo in Transizione; mi pare che le realtà presenti siano molte perciò propongo un incontro “preparatorio” pre verificare numeri e volontà. Il circolo è sempre a disposizione.
    A presto
    Eraldo

    • ellenbermann

      Dipende molto da cosa si considera come mele da raccogliere e comunque agire meramente per la raccolta (cioè focalizzarsi sui risultati) è stato fatto con grande fatica nel corso di decenni di attivismo, raccogliendo spesso tante frustrazioni. Il focus della transizione è principalmente sul processo e continua a interrogarsi su come migliorare il “come” facciamo le cose (scusa il gioco di parole) in modo da aumentare infine la probabilità di avere poi anche dei risultati. Culturalmente siamo tutti molto legati ai risultati, probabilmente perché accarezzano l’ego – sia nel positivo (cioè quando funziona qualcosa tendiamo a glorificarci) come anche nel negativo (quando qualcosa fallisce viviamo nella colpa). Ma è proprio questo il grande limite del focus sui risultati: vivere nella paura di sbagliare. Mentre cercare di compiere al meglio e con il cuore le azioni di processo ed avere l’umiltà di riconoscere che non tutto dipende da noi, ci libera, ci fa giocare, ci fa osare ad essere creativi e folli ogni limite.
      Le “mele raccolte” all’interno di Biellese in Transizione sono comunque tantissime persone e gruppi che si sono connessi ben oltre un livello di superficialità – ed il tutto è successo perché c’erano le condizioni giuste come atmosfera di gruppo e modo di incontrarsi e le condizioni a contorno che hanno aiutato (probabilmente è avvenuto anche tutto al momento giusto).
      Ora anche per la nascente Valle Elvo in Transizione consiglio di chiedersi “cosa possiamo fare noi come gruppo guida per aiutare le persone qui residenti a comprendere la complessità del cambiamento, connettersi e attivarsi massicciamente in progetti su questo territorio?” Se arriviamo in primis con le ns proposte rischiamo di bloccare le altre persone in un senso di dipendenza invece di aiutarle a prendere personalmente la leadership. Aiutano moltissimo le riflessioni che vengono fatte anche nel transition training sulla psicologia del cambiamento (come le persone cambiano, quali sono i possibili blocchi e come aiutare il loro superamento). Faremo quello che faremo non per obbligo ma perché ci sarà un fuoco dentro che spinge – e non vedo tanto necessario verificare “numeri e volontà” ma sentire dentro una chiamata e una profonda motivazione. Anche con tanta gratitudine e apprezzamento per chi si sta muovendo sotto altre vesti in Valle Elvo, senza necessità di competere o duplicare gli sforzi fatti, ma portando la peculiarità dell’approccio della transizione, che sta nel processo facilitato e non nell’ideologia ….

  2. Giuliano

    dove si farà l’open evening di ottobre (e ultimo mensile)? Questa volta saremmo (e spero saremo) in due! Per vari motivi non posso organizzarlo ma certamente nei prossimi mesi organizzarò uno della valle elvo!
    Grazie e a presto

  3. Giuliano

    ho scritto per domandare se era confermato per venerdì sera e dove ma il commento è sparito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: